top of page
  • info542532

RHO - A “ Donne In Canto 2022 ” irrompono le 3 Sorelle “canterine” della musica Anni ’30 e“40.


Al Festival “ Donne In Canto 2022 ” irrompono le 3 Sorelle “canterine” della musica Anni ’30 e“40.


RHO - All’auditorium “Padre Reina” di Rho, ieri sera, accompagnate magistralmente dal quartetto jazz dell’orchestra Maniscalchi, si sono esibite nell’ambito dell’annuale “Festival” al femminile ideato e promosso da Giorgio Almasio, “Le Sorelle Marinetti”.

Le sorelle Marinetti sono un progetto presente sul territorio nazionale già da diversi anni con la “mission” di ripescare e riproporre con suoni riarrangiati, ma fedeli agli originali, la musica degli anni del travagliato periodo artistico tra le due guerre mondiali. Una specie di “Trio Lescano” o di “Boswel Sister”, ma con uno sguardo attuale.

Turbinia, Elica e Scintilla, (questi i nomi “Futuristici” del trio), attraverso una tecnica vocale ed interpretativa accuratamente studiata nei minimi dettagli, hanno costruito un discreto successo che le ha portate anche in programmi televisivi importanti e fin sul palco di Sanremo nel 2010 come coriste al fianco di Arisa.

Dopo i saluti al pubblico e i convenevoli di rito da parte dell’assessore Valentina Giro, le tre voci sono salite sul palco e accompagnate dal quartetto jazz è cominciato lo show. In sala, è come portare un vecchio grammofono, mettere delicatamente sul piatto girevole un 78giri, e sentire, anziché il fruscio in mono della puntina che naviga il solco del vinile, un suono moderno, e del più nitido degli impianti hi-fi. Le atmosfere musicali suonate in quegli anni venivano spesso poco gratificate dalla qualità dei supporti audio disponibili. In questa modalità live moderna, si ha meglio la percezione della qualità intrinseca di quei pezzi. Suonati poi, in modo eccelso dal quartetto diretto dal Maestro Christian Schmitz, il tutto diventa ancora più gradevole e godibile. Il pubblico in sala si lascia cullare da uno swing di classe e dalle note del “pinguino innamorato”, “Tulipan” e da quel sospirato “se potessi avere mille lire al mese” sentito intonare da bambini dai nostri nonni.

D’obbligo, nel corso della serata, salpare con questo Swing a voci sincopate, verso gli Stati Uniti per un doveroso omaggio a Judy Garland, la donna a cui viene dedicata questa quattordicesima edizione del “Festival”, e che, non a caso, ebbe il maggiore successo proprio negli anni in cui queste canzoni erano più popolari. L’esibizione a tre voci a cappella di Over the Rainbow (in italiano), è da brividi. Sul bis finale di “Maramao” accompagnata dal battito di mano a tempo del pubblico presente, si conclude un’altra grande serata musicale di Donne incanto.

#Matteo Mandelli

1 visualizzazione0 commenti

Comentarios


bottom of page